The Lava Field

Dopo il successo di Trapped, viene spontaneo interessarsi ad altre serie crime prodotte in Islanda, soprattutto se ambientate nel suo meraviglioso paesaggio, poiché, chiaramente, è lui il vero protagonista che fa risaltare in maniera esponenziale una storia che, in un normale ambiente cittadino, potrebbe sembrare banale.

The Lava Field, titolo originale “Hraunið”, conferma la regola senza essere un’eccezione: Helgi, detective tormentato con un triste e brutale passato, divorziato, papà difficile. Gréta, collega con soli due mesi di esperienza, con cui Helgi non riesce a legare. La vittima, un riccone del posto che sta sulle palle a un po’ di gente, bambini in pericolo, festini, droga and so on

La storia si concentra in quattro episodi mai noiosi, forse proprio perché pochi. Non posso dire sia allo stesso livello di Trapped, molto più intensa e struggente, a parer mio. Ma l’ambientazione ha il suo perché: la penisola di Snæfellsnes, il cui vulcano, alto 1446 metri, che ospita un ghiacciaio sulla vetta, è la montagna più alta dell’Islanda. Conosciuto per essere stato menzionato nel famoso romanzo di Jules Verne (“Viaggio al centro della terra”), il vulcano è davvero suggestivo, e le molte immagini riprese dall’alto che vediamo nella serie, fanno venire voglia di andarlo a visitare. Ma attenzione… “tenetevi tutti per mano, perché ci si può perdere facilmente e nessuno riuscirà più a trovarvi!” (The Lava Field).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...