Il giovane studente polacco Tomasz (Bartek Kaminski) viaggia verso la Norvegia per chiedere denaro ad un padre che non ha mai conosciuto. In Polonia la sua compagna aspetta un bambino, e di suo padre ha solo una foto sbiadita di 30 anni prima datagli dalla madre, un tempo guida turistica, in cui sono ritratte diverse persone ad una gita scolastica. Giunto ad Oslo, entrerà in contatto con un gruppo di cittadini benestanti e apparentemente felici che vivono in un quartiere residenziale chiamato Ullevål Hageby. Apparentemente felici perché molto abili nel crearsi problemi laddove non dovrebbero essercene.

Molto ben girata, la serie norvegese, un po’ commedia un po’ dramma, commuove e fa divertire con una schiera di personaggi alla ricerca costante di una vita migliore, perché anche il ceto medio in fondo deve “lottare per sopravvivere”. E’ un mondo dove regnano stabilità, salute, sicurezza, ma anche un tipo diverso di ansie e paranoie.

Tomasz sarà l’osservatore neutrale, tra personaggi preoccupati per i prezzi delle case, per l’erba del vicino sempre più verde, per quei dieci chili di troppo, per segreti inconfessabili e tante altre preoccupazioni materiali che nascondono profonde insoddisfazioni e che cozzano con il bisogno primario di Tomasz di poter garantire una vita tranquilla alla sua famiglia.

La serie, creata e scritta da Bjørn Olaf Johannessen e Per Schreiner, è girata in Norvegia, gli attori parlano norvegese, polacco e inglese e si è conclusa con la seconda stagione nel 2015. Da settembre, verrà tradotta in italiano da Northway Fansub.

PS. La locandina si ispira ad una famosa opera, datata 1889, dell’artista norvegese Christian Krohg (leader dei bohémien norvegesi), il quale riteneva “che l’attenzione dell’artista deve essere rivolta alla vita nel modo in cui viene vissuta e percepita dagli individui, soprattutto delle classi più basse” (fonte: Wikipedia). Di seguito, il trailer della serie:

 

 

 

 

Annunci