Conspiracy of Silence, l’incoerenza svedese

Ingen utan skuld (Conspiracy of silence) è il nuovo thriller politico in otto episodi di Peter Arrhenius (lo stesso di “Welcome to Sweden”) che tratta del commercio di armi da parte della Svezia. Ma leggiamo di più su IMDB: Robert Kastell (Jens Hulten) torna in Svezia dopo che è stato creduto morto per circa 30 anni. In esilio in seguito ad una tragedia personale, torna con sete di vendetta verso chi ha tentato di ucciderlo. Obiettivo, il mediatore di commercio d’armi Anders Speths. Robert viene presto scoperto da Rolf Höglund, un complottista ed ex-giornalista, il quale cerca di convincerlo a concentrarsi sull’attività illegale svedese piuttosto che sulla vendetta personale. D’altra parte, Robert conosce benissimo il settore, avendovi fatto parte prima di fingere la morte e lasciare il paese. Quando Rolf scompare in circostanze misteriose, la figlia Åsa si fa prendere dai sensi di colpa per averlo accusato di essere un alcolista fissato con le teorie del complotto…

Petee Arrhenius dice che “Conspiracy of Silence” è una storia di sensi di colpa, di due pesi e due misure, di personaggi legati da scelte pessime di cui poi si sono pentiti. La Svezia ha un ruolo fondamentale nel commercio all’estero di armi, nonostante la sua consolidata reputazione di paese neutrale e sostenitore della pace. Eppure… interessante il dibattito che ne scaturirà l’anno prossimo, quando verrà trasmessa su Viaplay, e successivamente su TV3.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...