Ennemi Public, Ardenne e sensi di colpa

Dopo 20 anni di carcere, un killer di bambini trova rifugio in un’abbazia di monaci nelle Ardenne. Non è facile per la comunità locale accettare la presenza di Guy Beranger: Chloé Muller, agente di polizia, ha il compito di proteggerlo, ma anche lei è combattuta. E’ possibile perdonare un uomo tanto spietato in passato? E’ possibile la redenzione? Beranger non fa neanche il minimo sforzo per conquistare la fiducia dei monaci presso cui è ospite, il suo atteggiamento superbo e vittimistico infastidisce e incattivisce. C’è solo un monaco che decide di credere in lui, e si incaricherà del suo noviziato: Lucas. Ma Lucas ha un fratello, Patrick, che rischia di veder fallire la sua attività commerciale a causa dell’arrivo in paese di Beranger. E poi c’è l’altro fratello, Vincent, la pecora nera della famiglia, amante della caccia e delle armi, pronto ad aiutare Patrick a risolvere il problema…

Chloé è una poliziotta con un suo passato misterioso. In alcune visioni, vede sua sorella da piccola, i sensi di colpa non l’hanno mai abbandonata. Quel che è successo tra le due, lo si scopre mano a mano. Beranger, tra l’altro, sembra conoscere qualcosa di questa storia, ma non è disposto a rivelare nulla perché non si sente protetto. Poi scompare una prima bambina… e il pensiero va subito a lui, i dettagli dell’omicidio somigliano tantissimo ai suoi rituali. La caccia alle streghe inizia e proseguirà per tutti e dieci gli episodi, fino alla scoperta scioccante…

Cosa mi ha colpito di questa serie: sembrerebbe il classico thriller belga alla “La Treve”, tuttavia c’è qualcosa che ti porta a divorarla. Forse la recitazione di Angelo Bison (Beranger), il tormento di Chloé e la curiosità riguardo la sua storia, perché quando si tratta di bambini il coinvolgimento emotivo è più forte, c’è poco da dire. Impressionante anche l’interpretazione di Lucas Jacquemin nei panni del figlio autistico di Patrick. Infine, il tema della redenzione, la lezione morale che questi thriller ci danno puntualmente: “Non esiste il mostro, esistono i mostri che creano il mostro”. Niente di più vero in Ennemi Public! Attualmente, si trovano i sottotitoli in inglese, ed è già prevista la seconda stagione: nella prima il caso è risolto, ma la scena finale svela qualcosa di importantissimo per un’altra trama avvincente. Di seguito il trailer:

5 Comments

  1. Ciao, sono una fan di “Ennemi Public”, volevo sapere quando potremo vedere la stagione 2 con sottotitoli in italiano, l’ho trovata ma solo in lingua. Grazie!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...