La fisica dietro DARK seconda stagione by Netflix

Premessa: leggere l’articolo solo se avete visto tutte le puntate di Dark.

Ricordate Marty McFly ed il paradosso temporale?

Uno dei problemi che i fisici teorici si sono posti e che continuano a porsi è il seguente: se è teoricamente possibile viaggiare nel passato, le azioni di chi viene dal futuro come possono influenzarlo? E dunque, se il passato si modifica a causa delle azioni di un viaggiatore dal futuro, cosa succede al futuro proveniente dal passato non ancora modificato?

Questo problema, volgarmente detto PARADOSSO TEMPORALE, viene risolto in Dark enucleando nel corso delle puntate il PARADOSSO DELLA PREDESTINAZIONE, che trova la sua struttura nella teoria proposta da un fisico teorico russo Nivokov: il PRINCIPIO DI AUTOCONSISTENZA.

Spiegandola in parole semplici: la teoria sostiene che chi viene dal futuro non ha la possibilità di cambiare il passato poiché questi è già stato influenzato dal futuro ed è così com’è proprio per l’influenza che dal futuro ha subito. Ne consegue che tutto ciò che fa chi viene dal futuro era già “previsto” e “predestinato”. Si dà vita così al loop temporale a cui il personaggio di Adam fa riferimento nella serie.

Nell’ultima puntata però abbiamo visto che gli autori hanno probabilmente scelto una strada parallela per risolvere il paradosso temporale.

In realtà non ci sarebbe alcun loop temporale ma l’esistenza di linee temporali parallele che per noi si è manifestata sotto le sembianze di una Martha, vestita di nero, viaggiatrice dello spazio temporale ed interdimensionale.

Quindi non più predestinazione ma linee temporali alternative ad ogni cambiamento accaduto/tentato.

E’ però interessante notare che mentre la viaggiatrice Martha ha consapevolezza dell’esistenza di linee temporali alternative (tant’è che che ha la capacità di viaggiarci), i nostri protagonisti non ce l’hanno.

Come spiegheranno gli autori questa differenza? Il paradosso della predestinazione verrà abbandonato completamente in favore della realtà delle linee temporali parallele o la spiegazione sarà un’altra? E se il passato ed il futuro oltre ad influenzarsi l’uno con l’altro fossero influenzati, contemporaneamente, da quanto accade nelle altre linee temporali?

Ne vedremo delle belle.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...