Peaky Blinders: dov’eravamo rimasti e cosa ci attende

Dopo la premiere mondiale tenutasi il 18 luglio a Birmingham e il rilascio del trailer, la BBC annuncia la data per la quinta stagione; il 25 agosto su BBC One mentre in Italia arriverà il 4 ottobre su Netflix. Un anno e mezzo circa dopo la fine della quarta stagione riprenderanno le avventure del clan degli Shelby. La serie che è già stata rinnovata per una sesta e settima (ed ultima) stagione ripartirà proprio da dove si era conclusa la quarta.

“C’è Dio e poi ci sono i Peaky Blinders”, così inizia il trailer della quinta stagione…ma prima di parlare di quello che ci aspetta vediamo dove ci siamo fermati con la scorsa stagione.

Si consiglia di non proseguire se non avete visto la quarta stagione e se non volete anticipazioni della quinta.

Avevamo lasciato Tommy che dopo essersi liberato sia di Luca Changretta (Adrien Brody) sia di Alfie Solomons (Tom Hardy) e vendicato la morte del fratello John (Joe Cole), ucciso dagli uomini di Changretta, decide (anche grazie al consiglio di Arthur) di prendersi una pausa dagli affari ma, sfortunatamente, quando Tommy non ha la mente occupata il suo disturbo da stress post traumatico si intensifica. Zia Polly lo incoraggia a farsi aiutare prima di tornare al lavoro. Tommy, però, le rivela di avere un piano: contatta Jessie Eden (Charlie Murphy) con l’intento di aiutarsi a vicenda ma la vera intenzione di Tommy è quella di avanzare all’interno del partito comunista per poi promettere al Segretario del Re di potergli essere utile nel trovare i nomi dei comunisti che vogliono una rivoluzione. In cambio chiede un unico favore, ovvero di potersi candidare come parlamentare laburista nel sud di Birmingham. Tommy vince le elezioni e viene eletto deputato, dando alla famiglia Shelby più potere che mai. Ed è proprio da qui che la quinta stagione ripartirà.

“Adesso che noi abbiamo le corde, chi ci impiccherà?”

Siamo alle porte della Grande Depressione del 1929. Le origini del fascismo, del nazionalismo e del populismo saranno affrontate in questa nuova stagione: avremo infatti l’ingresso di un nuovo personaggio, Oswald Mosley (Sam Claflin), personaggio storico realmente esistito che fu il politico che fondò l’Unione Britannica dei Fascisti e fu un attento seguace di Mussolini. Avremo anche l’ingresso di Anya Taylor-Joy, di cui però ancora non conosciamo la natura del personaggio. Dopo che la scorsa stagione si è esplorato brevemente lo stato mentale di Tommy, in questa stagione ne vedremo il peggioramento. Tommy che a detta del creatore della serie “dovrà affrontare la scia ed è parte di quello che spero sia forse una riabilitazione per lui. Perché quando si ritroverà a doverla affrontare come reagirà? La seguirà o vi si opporrà?”.

Il cast è stato riconfermato e tra le new entry oltre ai già citati Sam Claflin e Anya Taylor-Joy avremo Neil Maskell, Kate Dickie, Cosmo Jarvis, Emmett J. Scanlan, Elliot Cowan, Charlene McKenna, Andrew Koji e Daryl McCormack.

Articolo scritto by order of the Peaky Fookin Blinders!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...