È tutto vero ciò che vediamo?

L’angolo british torna nella sua solita veste e oggi vi lascia due serie molto recenti ed entrambe inedite nel nostro paese.

La prima è THE CAPTURE (Crime, Spy, Drama|BBC|2019|6 episodi, non ci sono notizie in merito ad una seconda stagione) con Holliday Grainger, Ron Perlman, Callum Turner, Famke Janssen. In Italia è inedita e i sottotitoli in italiano, per ora, non sono reperibili. Ambientata a Londra, una delle città più attentamente monitorate al mondo, la storia vede protagonista Shaun Emery, un veterano la cui condanna per omicidio in Afghanistan viene annullata a causa di prove video difettose. Ma quando un filmato di una telecamera emerge da un incidente a Londra, si ritrova a combattere per la sua libertà ancora una volta.

.::Cosa ne penso::.

Crime che strizza l’occhio alla spy story e al thriller; un mix ben orchestrato che non annoia ma che al contrario, in soli sei episodi, riesce a coinvolgere e a traghettare lo spettatore, con dei colpi di scena ben piazzati e non così scontati, verso la risoluzione del caso ma anche ad una verità che non può lasciare indifferente, anzi, la domanda che balza in testa è se si possa sempre credere a ciò che vediamo nei filmati di sorveglianza. Una riflessione sul mondo ipertecnologico in cui viviamo dove la sorveglianza, la disinformazione e le notizie false sono all’ordine del giorno; senza dimenticare la facilità con cui si possono reperire informazioni tramite i social network, nei quali la gente posta senza filtri i dettagli della propria vita. Il comparto attoriale è ottimo, così la parte tecnica. Se siete appassionati del genere non potete assolutamente perderla. Personalmente mi ha tenuta incollata allo schermo sino all’ultima immagine e mi auguro che la BBC decida di rinnovarla. 

La seconda è A CONFESSION (Drama, Crime|ITV|2019|6 episodi) con Martin Freeman, Siobhan Finneran, Imelda Staunton. In Italia è inedita ma i sottotitoli sono reperibili (per ora solo il primo episodio). Tratta da una storia vera, ha per protagonista Steve Fulcher, il detective che si giocò la carriera e la reputazione, infrangendo deliberatamente i protocolli della polizia di Wiltshire, per catturare e arrestare il presunto killer di una ragazza di 22 anni.

.::Cosa ne penso::.

Non conoscevo la vicenda ma la serie mi è piaciuta molto. Schietta e diretta e con pochi fronzoli si “limita” a raccontare quello che è successo ma al tempo stesso riesce a dare spazio alla perenne sofferenza delle famiglie coinvolte. Uno sguardo che mostra non solo il dolore per la perdita di una figlia ma anche le conseguenze che ne derivano. Freeman è ottimo nella parte del detective Fulcher ma anche il resto del cast è stato all’altezza. La nota stonata sono i troppi primi piani e l’uso della telecamera a mano che ogni volta mi fa venire il mal di mare, ma è una cosa mia e non toglie nulla alla serie che consiglio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...