Non cerco giustificazioni…

Anche questa settimana due serie, una po’ più recente mentre una un po’ più datata.

La prima è THE HOUR (Drama|BBC|2011|2 stagioni) con Ben Whishaw, Dominic West, Oona Chaplin, Anna Chancellor. In Italia è inedita ma i sottotitoli sono reperibili. Autunno 1956, Freddy Lyon è un reporter insoddisfatto del suo lavoro al cinegiornale della BBC che desidera ardentemente lavorare in televisione. Non sa che la sua migliore amica e collega Bel Rowley è appena stata scelta come produttrice del nuovo settimanale di attualità “The Hour”. Bel decide chi saranno i suoi collaboratori e lascia che Freddie si occupi dell’attualità locale nonostante il giornalista aspiri agli affari esteri. Sceglie, poi, come anchorman l’affascinante e facoltoso Hector Madden.

.::Cosa ne penso::.

La serie merita e se vi è piaciuta Mad Men amerete anche questi 12 episodi. Tutto ruota intorno a tre personaggi: il giornalista scontroso e indipendente a tutti i costi Freddie Lyon, la producer Bel Rowley e il presentatore televisivo Hector Madden. Esteticamente raffinata, recitativamente perfetta e con una scrittura superlativa con i dialoghi intelligenti, fitti e molto rapidi e con l’immancabile e pungente humor britannico. Il fascino del glamour e degli anni d’oro del cinema in un mix di noir e drammatico ma mai noioso. La tensione dell’ultima puntata è sempre ai massimi livelli in susseguirsi di eventi, dove tutto è incastrato perfettamente. L’unico neo di questa serie è che la BBC l’abbia cancellata lasciandola di fatto senza un finale.

La seconda è SANDITON (Period Drama|ITV|2019|8 episodi, non ci sono notizie in merito ad una seconda stagione) con Theo James, Rose Williams, Anne Reid. In Italia è inedita ma i sottotitoli sono reperibili. Adattamento del un manoscritto incompiuto di Jane Austen. Charlotte Heywood, è una donna energica e impulsiva che si trasferisce dalla sua casa di campagna a Sanditon, un villaggio di pescatori che tenta di reinventarsi come stazione balneare.

.::Cosa ne penso::.

Nonostante la troppa modernità rispetto al periodo o allo stile della Austen (scene di nudo e di sesso), la serie mi è piaciuta. Syndey e Charlotte li ho amati, in realtà un po’ tutti mi sono piaciuti, inclusi quelli detestabili.  Certo che quel finale è un colpo al cuore e spero vivamente in una seconda stagione. Ottimi i costumi, le prove attoriali, e le ambientazioni. Però le inquadrature in campo lungo che durano fin troppo e continue riprese in semi soggettiva mi hanno parecchio infastidita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...