Where is…

Ultimo appuntamento con il mese di ottobre, anche in questo caso troviamo due serie inedite nel nostro paese.

La prima è UTOPIA (Drama, Thriller|Channel 4|2013|2 stagioni) con Fiona O’Shaughnessy, Alexandra Roach, Nathan Stewart-Jarrett. In Italia è inedita ma i sottotitoli sono reperibili. Racconta la storia dei cinque possessori del sequel di una graphic novel, The Utopia Experiments, il quale contiene delle informazioni segrete su una potenziale arma di distruzione di massa. Diventano presto il bersaglio di una pericolosa organizzazione chiamata The Network, capeggiata dal misterioso Mr. Rabbit, che tenterà con qualsiasi mezzo di procurarsi il manoscritto e conoscere il segreto di Utopia. L’obiettivo del Network è anche quello di trovare “Jessica Hyde”, una ragazza fuggitiva che si unirà presto al gruppo dei protagonisti e che sembra essere di vitale importanza per l’organizzazione.

.::Cosa ne penso::.

Ne piango la prematura scomparsa, perché a mio avviso è una di quelle serie che avrebbe meritato molto di più. Parto col dire che la parte tecnica è magnifica, nulla è lasciato al caso, dalla regia, alle musiche, alla fotografia, il tutto si amalgama in modo perfetto trasportandoti all’interno di una graphic novel. Il concetto alla base è una soluzione brutale al problema della sovrappopolazione mondiale. Ambientata tra presente e passato, con i personaggi che fanno il doppio e triplo gioco e con l’inserimento di fatti di cronaca realmente accaduti, Utopia è inquietante, cinica, grottesca e violenta; non esiste la finta moralità presente in molte serie tv, qui i cattivi lo sono al 100%. Il difetto, se così lo vogliamo chiamare, è l’incompiutezza, forse perché la terza stagione (sebbene prevista), non è mai stata realizzata, lasciandoci in sospeso. All’inizio del 2019 è stato annunciato il remake americano da parte di Amazon. Ad ogni modo la consiglio perché è una versione filosofica e spietata dell’uomo e del suo ruolo su questo pianeta.

La seconda è ACCUSED (Drama, Crime|BBC|2010|2 stagioni) con Sean Bean, Christopher Eccleston, Peter Capaldi, Olivia Colman. In Italia è inedita ma i sottotitoli sono reperibili. Ogni puntata ruoterà intorno ad un personaggio diverso, seguendo il protagonista che attende il suo verdetto in aula e ripercorre a ritroso la storia e gli eventi che lo hanno condotto a quel punto.

.::Cosa ne penso::.

Un legal crime molto particolare in quanto di indagini non ce ne sono e la parte processuale occupa pochissimo spazio. Il guizzo della serie sta nel fatto che scopriremo il destino dell’accusato solo al termine dell’episodio, mentre nei minuti precedenti scopriremo perché quell’uomo è finito in carcere. Ho apprezzato davvero molto il fatto di usare un episodio per ogni accusato, perché questo ha dato alla serie la possibilità di approfondire il personaggio e la storia. Non è facile indovinare se la persona è innocente o meno, gli sceneggiatori hanno fatto un buon lavoro inserendo diverse possibilità dove ognuna delle quali può portare al delitto. Si passano cinquanta minuti con l’ansia di scoprire se l’accusato diventerà o meno imputato. Tecnicamente è ben fatta, soprattutto la fotografia; gli attori sono perfetti, soprattutto hanno le facce giuste per i ruoli affidategli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...