Better than Us, automi migliori degli uomini

Better than us è una serie tv science fiction creata da Andrey Junkovsky ed è la prima serie tv russa distribuita da Netflix in Europa, Russia e Cina.

Lo show riprende le atmosfere tipiche dei racconti di Asimov: ci troviamo infatti in una Mosca del futuro in una società in cui gli automi fanno parte della quotidianità di ognuno.

La storia racconta di un intrigo in cui sono coinvolti la famiglia di un medico con un passato turbolento ed una grande corporation che (neanche a farlo apposta) è la maggior fornitrice di automi del paese. Parliamo di automi e non di robot senzienti in grado di sostituire gli esseri umani in tutto e per tutto. Questo stato di cose sembra iniziare a cambiare quando un nuovo modello di robot, empatico e con libero arbitrio, compare sullo scenario…

Siamo dunque nel 2029, gli automi sostituiscono gli uomini in alcuni lavori e possono fare anche da badanti agli anziani. La politica del figlio unico in Cina ha comportato una diminuzione notevole del numero delle donne in età da marito, per cui un ingegnere progetta un robot avanzato di nome Arisa (Paulina Andreeva). Il suo scopo è proteggere la famiglia che riconosce come “utente principale”, e per far questo è anche in grado di uccidere. Il primo uomo ad uccidere è un impiegato della CRONOS che vuole usarla come robot del sesso, dopodiché scappa alla ricerca di una colonnina per ricaricarsi ed incontra una bambina, Sonia. Sarà lei il suo utente principale.

Ma Sonia ha un padre, una madre ed un fratello che non sanno in che guaio si sono cacciati accogliendo Arisa. La serie segue tre storie: quella di Arisa e la famiglia che la adotta; quella del fratello di Sonia Egor Safranov e la sua fidanzata Zhanna che fa parte di un gruppo di terroristi detti “Liquidatori”, contrari al diffondersi degli automi; e i segreti di Viktor Toropov, dirigente della Cronos impegnato a ritrovare a tutti i costi Arisa.

Lo show si segue piacevolmente anche se la scrittura è abbastanza piatta: non aspettatevi grosse sorprese, direi che è una scrittura da manuale per il genere. La recitazione e la regia non spiccano, la fotografia e le location scelte risultano invece molto adeguate.

Se siete appassionati del genere vi piacerà seguire Better Than Us proprio per la sua linearità; se siete invece neofiti volgete il vostro sguardo altrove, su qualcosa di un po’ piu profondo.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...