Älska mig, le relazioni e tre generazioni

In che modo le diverse generazioni gestiscono amore, dolore, passione e relazioni? Per spiegarlo Josephine Bornebusch ha ideato una delle serie più viste su Viaplay, Älska mig (Amami), ambientata a Stoccolma (per la mia gioia) e che vede protagonista una famiglia composta da padre, figlia e figlio alle prese con la matassa più difficile da sbrogliare negli ultimi tempi: l’amore.

Josephine Bornebusch (autrice, sceneggiatrice e regista della serie) interpreta Clara, ostetrica sui 40 che, in piena crisi di mezza età e senza aver mai messo su famiglia, si affida a Tinder nella ricerca dell’anima gemella, collezionando un fallimento dietro l’altro. E’ convinta, comunque, che soltanto tramite i social avrà la possibilità di trovare l’uomo della sua vita. Il papà di Clara, Sten (Johan Ulveson), vuole fare un regalo importante alla moglie per i 40 anni di matrimonio. Un brutto incidente ha reso inferma la donna, e Sten spera di farla felice con una vacanza in un albergo di lusso alle Canarie (bagno nello champagne e asciugamani piegati a forma di cigno compresi nel prezzo). Il fratello di Clara, Aron (Gustav Lindh), è un ragazzo che gestisce con difficoltà le emozioni, finendo quasi sempre nel mettere a rischio le sue relazioni.

Nella spettacolare scena della cena di famiglia, in pochi minuti si delineano i contorni dei quattro personaggi e delle dinamiche tra loro. Trovo i dialoghi perfetti, realisti, la comedy/drama diverte e commuove, immalinconisce e fa sorridere, e forse sei episodi sono effettivamente pochi, viene voglia di scoprire altro. In poco tempo, Älska mig è diventata la serie svedese più vista del 2019, un record inaspettato, e che ha convinto l’autrice a realizzare una seconda stagione, mentre negli USA è tutto già pronto per il remake, “Love me” targato ABC (ma mai fidarsi delle copie, soprattutto se si tratta di Scandinavia!).

Se siete così fortunati da conoscere lo svedese, ma se anche sapete arrangiarvi con un traduttore automatico, vi consiglio caldamente questo prodotto di Viaplay, che un po’ mi ricorda “32 grader i februari” e di cui ho tanta nostalgia…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...