Quando i segreti generano bugie

Altra settimana altre serie made UK, questa volta due serie recentissime.

La prima è DEADWATER FELL (Crime, Drama|Channel 4|2020|4 episodi) con David Tennant, Anna Madeley, Cush Jumb . In Italia è inedita ma i sottotitoli sono reperibili. Tom è un rispettato medico di famiglia che vive in un paesino scozzese con sua moglie Kate e le loro figlie. Una notte, la loro casa è distrutta da un incendio: lei e le bambine sono morte, mentre lui è portato in salvo in ospedale. Presto, però, risulta chiaro che la donna e le bimbe non sono state uccise dal fuoco. Mentre i sospetti cadono su Tom, la migliore amica di Kate vuole scoprire la verità a tutti i costi.

.::Cosa ne penso::.

Una miniserie di livello tecnico e recitativo ben fatta ed emotivamente intesa, dove la parte investigativa è volutamente lasciata ai margini dando spazio ai problemi dei protagonisti. Fino all’ultimo si resta col dubbio su cosa possa essere effettivamente successo e perché, quando poi la verità viene a galla, beh, si resta di stucco portando però a riflettere su come, purtroppo, queste cose accadano nella realtà molto più spesso di quanto non vorremmo credere. Non nego che mi sarebbe piaciuto vedere un po’ di più nella mente di Tom e Steve ma anche di Kate, è anche vero che in 4 episodi non si poteva pretendere un approfondimento serrato. La serie scorre molto bene nonostante il tema e merita la visione.

La seconda è THE STRANGER (Crime, Drama|NETFLIX|2020|8 episodi) con Richard Armitage, Siobhan Finneran, Stephen Rea. In Italia è stata rilasciata da NETFLIX. Adattamento del romanzo omonimo di Harlan Coben (creatore anche della serie), Adam Price è un padre di due figli felicemente sposato la cui vita viene stravolta in seguito all’incontro con una sconosciuta, il quale rivela un segreto sul conto della moglie di Adam. Questa informazione catapulterà Price in un mondo di pericoli.

.::Cosa ne penso::.

Non ho letto il libro ma la serie è stata carina e la consiglio a chi vuole passare un po’ di tempo senza troppi pensieri; la trama di fondo è molto semplice ma è stata resa un guazzabuglio che se da una parte ti porta a voler vedere il prossimo episodio dall’altra ti chiedi perché abbiano creato tanto “mistero” per una cosa così semplice. Oltretutto, alla fine, ti restano dei punti di domanda perché molte cose non vengono chiarite ed altre ti sembrano molto poco credibili. Una serie che poteva essere un buon thriller ma che invece non è stata all’altezza. La recitazione è assolutamente promossa, Armitage e Finneran su tutti. Non sento il bisogno di una seconda stagione ma nel caso la seguirò solo per Armitage.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...